Skip to content

La manipolazione delle emozioni umane è fondamentale per il successo di un attacco di phishing

“Congratulazioni! Hai appena vinto 30 milioni di euro: segui il link per ottenerli!”, diceva il messaggio ricevuto la scorsa settimana. Onestamente, sembrava troppo bello per essere vero: si trattava infatti di un attacco di phishing.
Tuttavia, la manipolazione delle emozioni umane è ciò che fanno gli attaccanti informatici. I metodi che utilizzano sono presi dalla psicologia pratica e sono legati all’ingegneria sociale. Giocando con i sentimenti umani, le paure e i riflessi, i criminali informatici possono ottenere l’accesso alle informazioni che cercano.

Nella creazione di messaggi di posta elettronica di phishing, gli attaccanti hanno due obiettivi principali: ottenere la password dell’utente o cercare di forzare il download di un certo file. Purtroppo, il livello di consapevolezza degli utenti sulle moderne minacce informatiche è ancora piuttosto basso. In questo post descriveremo le tecniche di base per aiutarti a riconoscere una trappola.

“Aggiornamento necessario: verifica le tue informazioni di pagamento”

Quando lavori sodo, ricevi e rispondi a tonnellate di e-mail ogni giorno. Può essere difficile concentrarsi su ogni messaggio, che tu lavori in ufficio o da casa.

Ricevi un messaggio di posta elettronica che contiene un allegato o un collegamento nel suo corpo. La mancanza di attenzione, specialmente rinforzata dal rispetto per le autorità, può persuaderti ad aprire il documento senza controllarlo due volte.

“Sei stato hackerato: per favore, cambia la tua password”

I nostri profili digitali sono preziosi quanto l’oro per noi. Dati aziendali e personali, accesso a social network e banche online: è tutto online. Chiunque sarebbe spaventato all’idea di avere i propri soldi, dati e reputazione compromessi.

La paura, specialmente amplificata dal senso di urgenza, farebbe sì che gli utenti comuni cambino immediatamente la loro password, facendo clic sul collegamento nell’email. Purtroppo, ciò porterebbe a una pagina web di phishing identica a quella reale.

“Il tuo messaggio non è stato consegnato”

Ricevi un’email che dice che alcuni messaggi non sono stati consegnati a causa di problemi del server. E se ti fossi perso qualcosa di importante?

Molte persone sono curiose per natura e non riescono a resistere alla tentazione di fare clic sul collegamento, anche se non hanno inviato nessun messaggio di recente. Tra l’altro, è uno dei metodi più popolari per condurre un attacco di phishing.

“La tua casella di posta è quasi piena: per favore, aumenta il suo volume”

Oh no! Non è mai il momento giusto per ricevere un messaggio del genere. Specialmente se sei di fretta, stai svolgendo alcune attività urgenti mentre sei al telefono con i colleghi.

Seguendo il collegamento, potresti persino trovare già il tuo nome utente lì, quindi inserisci semplicemente la tua password e… sei stato hackerato!

Raccomandazioni

  • Non seguire ciecamente le istruzioni nell’email, specialmente quelle che ti spingono a compiere determinate azioni qui e ora. Controlla attentamente l’indirizzo e-mail del mittente.
  • Se ricevi un messaggio che non ha nulla a che fare con te, è meglio cancellarlo.
  • I tribunali o altre autorità difficilmente invieranno le loro decisioni e le notifiche di sovraccarico per e-mail. Nella maggior parte dei casi riceveresti una buona vecchia lettera cartacea.
  • Non fare clic su collegamenti sospetti nei messaggi, anche se provengono da amici o da indirizzi ufficiali: potrebbero essere compromessi. Prendi il telefono e chiama per verificare!
  • Non farti ingannare dal senso di urgenza. Prenditi il tempo per verificare le e-mail che richiedono di compiere determinate azioni.

Scopri di più con il servizio di security awareness su come puoi addestrare i team non IT all’interno della tua organizzazione a riconoscere i tentativi di manipolazione delle emozioni umane insieme alle altre basi della consapevolezza sulla sicurezza informatica.

Related post

world backup day

Si celebrerà il prossimo 31 Marzo il World Backup Day 2024, la giornata dedicata alla sensibilizzazione per la protezione dei dati informatici. La ricorrenza vuole sottolineare l’importanza di un piano…

carriera nella cybersecurity

Nel mondo digitalmente orientato di oggi, la domanda di professionisti della sicurezza informatica è più alta che mai e questa necessità urgente è sottolineata da proiezioni che indicano una potenziale…

4 minuti
women4cyber

HWG Sababa, player internazionale in ambito cybersecurity, entra a far parte di Women4CyberItalia, capitolo italiano dell'omonima fondazione Europea istituita nel 2019 all’interno di ECSO - European Cyber Security Organisation -…

Torna su