Skip to content

HWG Sababa tra i vincitori del bando START 4.0 per la sicurezza delle infrastrutture critiche con un progetto per il settore energetico (SOC OT PIG)

SOC OT PIG

HWG Sababa è tra i vincitori del bando del Centro di Competenza START 4.0 per il progetto di sicurezza per le infrastrutture critiche, finanziato dall’Unione Europea – NextGenerationEU, per un importo di 364.475,12 euro del PNRR, tramite il Ministero delle Imprese e del Made in Italy (MIMIT).

Il progetto di HWG Sababa, denominato Security Operation Center Operation Technology Produzione impianti Generazione Energia (SOC – OT PIG), è pensato per incrementare il livello di sicurezza informatica per gli impianti di generazione energetica di tipo idroelettrico, termico, ciclo combinato e nucleare. Attualmente gli impianti di produzione stanno passando da una generazione centralizzata, in cui poche centrali di “grossa taglia” producono il fabbisogno giornaliero nazionale, ad una generazione distribuita con piccoli/medi impianti distribuiti sul territorio. Inoltre gli impianti di produzione energetica sono definiti nella direttiva NIS 2 come soggetti essenziali, per cui dovranno seguire rigidi vincoli per le fasi di rilevamento e risposta di un attacco informatico.

L’obiettivo del progetto sarà quello di fornire un cruscotto in tempo reale che, analizzando indicatori chiave (KPI) di processo, cyber security e produzione, possa fornire agli operatori dell’impianto e al Security Operation Center indicazioni utili relative ad anomalie e minacce.

Il progetto si articola in cinque Work Package (WP), che spaziano dalla definizione e discussione dei KPI alla creazione dell’infrastruttura, sino alle attività finalizzate alla disseminazione e promozione verso i player del settore energetico, il quale è rappresentate ideale delle infrastrutture strategiche di ogni Paese.

Inoltre, il progetto integra tecnologie abilitanti all’avanguardia per la difesa del settore di produzione dell’energia elettrica, come la sensoristica real time e l’utilizzo di Machine Learning. In conclusione, gli ambiti tematici a cui afferisce il progetto sono: security, safety e cybersecurity delle infrastrutture energetiche, reti idriche, incluso rischi di propagazione inquinanti e impatti cambiamenti climatici; sistemi efficienti di generazione, recupero e accumulo di energia; digital twin di sistemi integrati di generazione energia rinnovabile e integrazione di digitalizzazione, innovazione e sicurezza nelle reti di distribuzione. Insieme a tecnologie ampiamente diffuse, come Intrusion Detection System OT, Vulnerability Scanning attivo/passivo, asset inventory automatico e mediante il supporto al Risk Management basato sullo standard ISA IEC 62443, la gestione della cyber security di un impianto è valutata e gestita sotto ogni punto di vista.

Partner del Progetto di HWG Sababa sono Ansaldo Energia e l’Università di Genova .

***

Contatti per la stampa

Alé Comunicazione

Robert Hassan: +39.335 779 1751
Gabriele Ferrieri: +39.342 102 1754

press@al-e.it

Related post

cybersecurity per il sociale. La casa di Leo

Si apre domani, 19 luglio, l’edizione 2024 del Sottozero Summer Festival, un evento musicale che dal 19 al 28 luglio vedrà esibirsi numerosi artisti e tribute band nella cornice del…

5G e cybersecurity

L'arrivo del 5G segna una nuova era della connettività, promettendo una velocità di navigazione straordinaria, una comunicazione senza interruzioni e notevoli trasformazioni in vari settori. Entro il 2025, si prevede…

cyber capacity building

Roma, 3 luglio 2024 - Si è svolta ieri la Conferenza Nazionale per la Creazione di un Ecosistema di Cyber Capacity Building (CCB), organizzata e promossa dal Ministero degli Affari…

Torna su